Momentum Borsa Site

 

Sicuramente vi starete chiedendo perché fare l'ennesimo sito sulla borsa ...

 

Una cosa posso dirvi, con la Borsa si può guadagnare anche rimanendo lontani dal chiasso dei rumors, dei consigli e delle notizie.

Ritengo infatti che solo con l'Analisi Tecnica, una buona pianificazione finanziaria e un proprio, personalissimo insieme di regole, sia possibile non smarrire la direzione giusta per i propri investimenti.

 

Questo sito ha lo scopo di evitare il più possibile i tipici "disastri da illusione borsistica", e di condividere con voi la mia esperienza di consulente finanziario indipendente privo di conflitti di interesse ma prima ancora di investitore privato.


Pierluigi Lorenzi

 

 

 

20 Novembre 2012

Programma evento

La II° Giornata dell'Investitore 2012

Dopo il successo della Prima Edizione lo scorso maggio a Milano, torna l’appuntamento con LA GIORNATA DELL’INVESTITORE. L’evento, diventato il convegno di riferimento per gli Investitori Istituzionali e Individuali, è organizzato da Editrice Le Fonti in collaborazione con Lyxor ETF Switzerland, Swiss & Global AM e ActivTrades ed è patrocinato dalle associazioni Italie-France, ASCOSIM e NAFOP con la presenza della Camera di Sviluppo Economico del Principato di Monaco. Per questa seconda edizione sono previste due diverse tappe in luoghi chiave della Finanza Internazionale: il 27 novembre a Lugano e il 5 dicembre a Montecarlo.

 

Nell'appuntamento del 27 novembre a Lugano, in occasione del FORUM TRADING & FOREX – VII Edizione che avverrà nella mattinata, avrò l'onore di partecipare come relatore alla tavola rotonda sul tema "Dalla rielezione di Barack Obama alle prese di posizione della BCE: il futuro del mercato valutario e le strategie di investimento" insieme ad altri importanti analisti ed esperti.

A seguire, si svolgerà il FORUM NAZIONALE ETF E COMMODITIES - IV Edizione.

Sarà l’occasione per svelare vantaggi e strategie utili per accostarsi al mondo delle negoziazioni sfruttando i diversi mercati: da quello valutario al comparto delle materie prime, dalla compravendita dei più innovativi strumenti finanziari ai fondi comuni di investimento attivi e passivi.

 

Vi invito pertanto a partecipare a questa importante (e gratuita) giornata di approfondimento di cui potete consultare il programma dettagliato.

 

Per partecipare basterà registrarsi tramite i seguenti link:

http://www.finanzaediritto.it/eventi/investitore2012Lugano.html

http://www.finanzaediritto.it/eventi/investitore2012Montecarlo.html

 

 

 

8 Settembre 2012

Per saperne di più

Libretti, Conti Correnti e Conti Deposito: quale soluzione per La nostra LiquiditA'?

La domanda può avere molteplici risposte ma quella che ritengo più giusta in questo caso è "dipende".

Infatti le buone regole di Pianificazione Finanziaria (che siano esse seguite da un Consulente Finanziario Indipendente così come da qualsiasi buon padre di famiglia), ci insegnano che prima di tutto è necessario definire i destinatari, gli obiettivi e gli eventuali (futuri) impieghi delle risorse finanziarie che si desidera accantonare o parcheggiare in separata sede rispetto al resto del patrimonio investito, sia che si tratti di cifre significative sia che si tratti di qualche centinaia di Euro.

 

Dando per scontato che in qualsiasi portafoglio la liquidità deve essere sempre presente (con una adeguata percentuale) per far fronte alle spese correnti, alle spese impreviste e per cogliere eventuali nuove opportunità di investimento, il problema si sposta sulla scelta dello strumento finanziario più adatto allo scopo di salvaguardare, rendere disponibile e possibilmente remunerare la liquidità contro l'inflazione (che viaggia non dimentichiamolo intorno al 3,1% all'anno, con buona pace dell'adagio "meglio sotto il materasso..."!).

 

Tralasciando per semplificare gli strumenti meno appetibili, più complessi o meno convenienti di questi tempi (come i Pronti Contro Termine con la loro scarsa trasparenza e bassa remunerazione o come i Fondi Liquidità di vario genere con le loro commissioni e controindicazioni), gli strumenti più efficaci sono senz'altro i Libretti di Deposito, i Conti Deposito ed i Conti Correnti.

 

Ciascuno di essi presenta comunque pregi e difetti, quindi il trucco sta prima di tutto nel conoscerli a fondo e nello scegliere lo strumento più adatto allo scopo prefissato.

 

Riassumo in questa tabella di massima le caratteristiche, i pregi ed idifetti di ciascuna tipologia:

 

 

Strumento Finanziario Rendim. Lordo Pregi Difetti
Libretto Postale o similare max 3,2% zero spese, nessun vincolo, nessuna cifra minima sotto i 12 anni non è possibile prelevare, nessuna gestione online, versamento interessi annuale
Conto Deposito max 5,0% zero spese o bolli, gestione online, versamento interessi trimestrale, cifre da 500€ in su deposito vincolato 3,6,12 mesi o più, maggior rendimento con cifre più alte e vincoli più lunghi
Conto Corrente max 1,5% nessun vincolo,carte di credito/debito e assegni compresi, utenze, gestione online, versamento interessi trimestrale rendimento minimale, bolli e spese in certi casi

 

 

In conclusione quale scegliere? Io direi a ciascuno il suo: per i minori la soluzione più comoda è sicuramente il Libretto Postale purché sopra i 12 anni, infatti sotto questa età si può solo versare ed è consigliabile un Conto Deposito insieme alla famiglia, facilmente disinvestibile in caso di necessità.

Per la gestione ordinaria, mutui, spese, stipendi e utenze è ovviamente preferibile il Conto Corrente ordinario, ma visti i tassi ben al di sotto dell'inflazione bisogna tenerli "scarichi", mettendo quanta più liquidità possibile nei Conti Deposito vincolati secondo le proprie disponibilità e necessità di utilizzo a scadenza.

 

Per ridurre al minimo il disagio del vincolo a uno o più anni dei Conti Deposito, consiglio infine di dividere la liquidità disponibile in più lotti, accendendo il Deposito in diversi scaglioni, in modo da ottenere un buon rendimento pur mantenendo una "usabilità" relativamente alta.

Ad esempio dividendo la liquidità in 4 depositi vincolati ad un anno ed accesi a distanza di tre mesi l'uno dall'altro a scalare ottengo un tasso da vincolo annuale pur con una disponibilità trimestrale.

 

Vista la continua evoluzione delle proposte (e la propensione di ogni Banca a curare soprattutto i propri interessi), consiglio in ogni caso di scegliere con la propria testa dopo aver cercato cercato e cercato ancora... Basta digitare "confronta conti" su Google per trovare tanti servizi di confronto diretto...

 

 

 

4 Settembre 2012

Apri il Grafico

Analisi dell'Indice dei BTP Italiani e Aggiornamento dei Segnali Operativi

Dopo la pausa estiva riparte l'aggiornamento di tutti i Segnali Operativi sui principali indici, sul cambio Euro/Dollaro, sui principali Titoli Italiani, sui principali ETC (materie prime) e, importante novità, sull'Indice Generale dei BTP Italiani.

Ci si dimentica infatti troppo spesso che l'ormai seguitissimo Spread non è sempre rappresentativo della reale situazione dei nostri Titoli di Stato, in quanto esprime la differenza tra i rendimenti a 10 anni di due paesi (Italia e Germania).

Ad esempio se lo Spread peggiora non è detto che dipenda da un peggioramento della situazione in Italia, trattandosi di una differenza aritmetica potrebbe semplicemente derivare da una performance "maggiore" della Germania rispetto alla performance, anch'essa positiva dell'Italia.

 

Il valore dei nostri portafogli non dipende dallo Spread, ma dipende in maniera diretta dalle performance dei Titoli di Stato Italiani, per questo considero più importante l'analisi tecnica sui singoli BTP e sul relativo Indice senza dare troppo peso al "tam tam" quotidiano dei media sullo Spread.

 

Potete consultare tutti i grafici ed i commenti operativi dalla pagina dei Segnali Operativi.

 

 

 

2 Giugno 2012

Apri il Grafico

Aggiornamento DeI Segnali

Ho aggiornato tutti i Segnali Operativi dei principali indici, del cambio Euro/Dollaro, dei principali titoli italiani e dei principali ETC.

Anche in questo periodo ci sono numerose situazioni di ipervenduto e di accumulo con conseguenti possibili rimbalzi nelle prossime giornate.

Potete consultare tutti i grafici ed i commenti operativi dalla pagina dei Segnali Operativi.

 

 

 

26 Maggio 2012

Locandina evento

La Giornata dell'Investitore 2012

Mercoledì 30 maggio a Milano presso la Biblioteca Ambrosiana dalle 10,00 alle 18,00 si terrà un importante evento per tutti i risparmiatori ed investitori (a cui parteciperò come relatore nel Forum pomeridiano sul Forex):

 

LA GIORNATA DELL’INVESTITORE 2012: DAGLI ETF ALLE VALUTE

L'Editrice Le Fonti organizza due Forum esclusivi sulle novità di investimento nella suggestiva cornice della Pinacoteca Ambrosiana. Sarà l’occasione per svelare vantaggi e strategie utili per accostarsi al mondo delle negoziazioni sfruttando i diversi mercati: da quello valutario al comparto delle materie prime, dalla compravendita dei più innovativi strumenti finanziari ai fondi comuni di investimento che replicano gli indici.

 

I migliori operatori del comparto finanziario, prestigiose associazioni di settore, nonché gestori e analisti di grande esperienza saranno i protagonisti delle due sessioni entro cui si svilupperà il convegno. Dalle 10 alle 13 avrà luogo il FORUM NAZIONALE ETF E COMMODITIES - III edizione, durante il quale verranno presentati la Guida ETF 2012 e il Premio Internazionale Le Fonti. A seguire una Tavola Rotonda.

La sessione pomeridiana a cui parteciperò come relatore avrà inizio alle 14 con il FORUM TRADING E FOREX - VI edizione con la partecipazione dei principali Forex Broker ed analisti. All’interno sarà presente un’ulteriore Tavola Rotonda con gestori, consulenti finanziari e top traders specializzati.

 

Per partecipare è necessario registrarsi gratuitamente ai seguenti link: http://www.finanzaediritto.it/eventi/investitore_etf.html

http://www.finanzaediritto.it/eventi/investitore_forex.html

 

E' possibile partecipare anche ad uno solo degli eventi in programma, potete consultare tutti i dettagli sulla locandina dell'evento.

 

 

 

6 Aprile 2012

Apri il Grafico

Auguri (E Aggiornamento DeI Segnali)

Augurando a tutti voi una buona Pasqua di Resurrezione colgo l'occasione per aggiornare tutti i Segnali Operativi dei principali indici, del cambio Euro/Dollaro, dei principali titoli italiani e dei principali ETC.

Ho riscontrato infatti numerose situazioni di ipervenduto con conseguenti possibili rimbalzi nelle prossime giornate.

Potete consultare tutti i grafici ed i commenti operativi dalla pagina dei Segnali Operativi.

 

 

 

31 Dicembre 2011

Apri il Grafico

Aggiornamento Dei Segnali Operativi

Concludiamo il 2012 aggiornando tutti i Segnali Operativi dei principali indici (in sostanziale congestione e fase laterale), del cambio Euro/Dollaro (in deciso ribasso), dei principali titoli italiani (pochi spunti operativi), dei principali ETC (con movimenti ben diversificati: preziosi in calo ed agricoli in forte crescita) e dell'ETC sul Petrolio (ancora sui massimi di periodo).

 

Vi rimando alla pagina dei Segnali Operativi per consultare tutti i grafici ed i commenti operativi.

 

 

 

Venerdì 23 Dicembre 2011

Visualizza Relazione del Seminario

Auguri di Buon Natale e Sereno Anno Nuovo
Da Momentum Borsa Site

A tutti voi rivolgo i miei più sinceri auguri per un Santo Natale ed un 2012 pieno di serenità e soddisfazioni.

 

Pierluigi Lorenzi.

 

 

 

Sabato 12 Novembre 2011

Visualizza Relazione del Seminario

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L’USO
Scarica la relazione del seminario

Ho il piacere di pubblicare la mia relazione del seminario organizzato insieme a Confcommercio Ravenna che si è tenuto martedì 25 ottobre 2011 nel contesto della "Settimana dell'Investitore".

 

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L’USO
Muoversi nel mercato finanziario per uscire dalla crisi

 

Il documento è consultabile o scaricabile da questo link.

 

 

 

Sabato 22 Ottobre 2011

Consulenza Finanziaria Indipendente

Settimana di autodifesa finanziaria
Parte 6: altre Asset Class

AUTODIFESA FINANZIARIA:

CONSIDERAZIONI SU ALTRE ASSET CLASS: VALUTE E FOREX

Oltre alle Asset Class tradizionali (azioni, obbligazioni e liquidità), di cui molto si conosce e comprende, ci sono altre classi di strumenti finanziari che si conosco o utilizzano meno, nonostante la loro effettiva utilità in determinate situazioni o caratteristiche del portafoglio gestito.


Una delle situazioni che ritengo più importanti per i portafogli degli investitori privati (quindi non necessariamente di trader esperti), riguarda ad esempio l’utilizzo degli investimenti sulle valute a copertura contro il rischio cambio. Acquistando infatti obbligazioni o fondi denominati in Dollari potrei ad esempio proteggermi investendo sul rialzo dell’Euro o sul ribasso del Dollaro, in questo modo l’eventuale calo dei miei titoli dovuto al calo del Dollaro sarebbe compensato dal guadagno dell’investimento valutario messo a copertura.


Un altro grande vantaggio dell’analisi e monitoraggio dei cambi deriva dalla possibilità di decidere, come diretta conseguenza, su quali paesi aumentare o diminuire la mia esposizione obbligazionaria con titoli di stato, amplificando così la rendita sui paesi la cui valuta è in crescita e diminuendo viceversa la perdita di guadagno sui paesi con valuta in calo. Se detenessi ad esempio un’obbligazione americana con cedola annuale del 5% ed il Dollaro si deprezzasse in un anno del 3% rispetto all’Euro, mi ritroverei con un’obbligazione che rende effettivamente solo il 2%.

 

 

 

Venerdì 21 Ottobre 2011

Consulenza Finanziaria Indipendente

Settimana di autodifesa finanziaria
Parte 5: STOCK PICKING

AUTODIFESA FINANZIARIA:

STOCK PICKING

Con questa definizione si rappresenta solitamente l’attività di selezione dei titoli su cui investire alla ricerca dell’occasione più remunerativa. Per quanto sia un concetto molto legato alla selezione in particolare dei titoli azionari (scandagliando il mercato alla ricerca delle aziende con maggiori prospettive di crescita tra quelle con basse quotazioni), è un’attività molto importante anche verso le altre classi di prodotto.


E’ necessario fare Stock Picking sin dalla prima definizione dell’Asset Allocation Strategico in quanto il vantaggio portato dall’avere già in scuderia i migliori “cavalli di razza” è indubbio, così come è altrettanto importante la selezione dei cavalli che dovranno rimpiazzare o aggiungersi ai precedenti nella gestione attiva dell’Asset Allocation Tattico.

 

Il problema diventa a questo punto il “come” selezionare uno strumento al posto di un altro a parità di classe.
Grazie a internet oggi l’investitore privato può accedere a numerose informazioni sugli strumenti, informazioni una volta accessibili solo agli investitori istituzionali, ma le difficoltà permangono tuttora nell’interpretare correttamente la grande mole di notizie, prospetti, bilanci e statistiche a disposizione.

Per questo motivo stanno avendo un enorme successo i sistemi di Rating (valutazione) o Ranking (classifica) da parte di aziende specializzate, ormai diffusi ed utilizzati da quasi tutte le Banche o Broker per il supporto alla compravendita.


Questo meccanismo di “misura” generalizzata degli strumenti porta a numerosi vantaggi, primo fra tutti la possibilità di accedere alla valutazione di qualunque tipo di strumento su cui investire, da un intero stato sovrano con i suoi titoli obbligazionari al più “sottile” dei titoli azionari, passando per fondi, ETF ecc.

Il rovescio della medaglia è dato però da alcuni difetti intrinseci del Rating effettuato da aziende specializzate:


• Appiattimento dei criteri di giudizio sui soliti parametri comuni a tutti gli strumenti (ad esempio il rendimento annuale o degli ultimi N mesi), parametri che consentono di “misurare” una massa enorme di prodotti finanziari ma che non sono in grado di giudicare la situazione precisa di ogni singolo strumento.
• Scarsa trasparenza sulle metodologie tecniche adoperate ed in certi casi sui criteri soggettivi di valutazione impiegati da parte degli analisti (specie nei casi in cui può esserci un conflitto di interessi tra la società di Rating e quella emittente).
• Tendenza degli analisti ad uniformarsi al Rating espresso da altre società di analisi (è difficile vedere un giudizio su di un titolo totalmente opposto a quello diffuso da tutti gli altri analisti).

 

Di conseguenza per migliorare la resa dei nostri investimenti è necessario andare oltre alla semplice considerazione delle “5 stelline” (esempio di giudizio massimo espresso sui fondi da Morningstar), adottando dei criteri aggiuntivi per la valutazione di obbligazioni, fondi o ETF:


• Misurazione delle performance non solo recenti (guardando ad esempio negli ultimi 3-5 anni l’effetto dei periodi difficili)
• Misurazione della liquidità e volumi scambiati
• Valutazione della variazione ed oscillazione nell’anno (per esempio molto altalenante, regolare, con forte volatilità ecc.)
• Tendenza in atto (salita, discesa, fase laterale)
• Situazione tecnica (eventuale stato di ipercomprato o ipervenduto)

 

 

 

Giovedì 20 Ottobre 2011

Consulenza Finanziaria Indipendente

Settimana di autodifesa finanziaria
Parte 4: Le basi per una gestione consapevole dei propri investimenti

AUTODIFESA FINANZIARIA:

LE BASI PER UNA GESTIONE CONSAPEVOLE DEI PROPRI INVESTIMENTI

Una cosa posso dire, i migliori investimenti sono quelli fatti con la “propria testa”, rimanendo lontani dal chiasso dei rumors, dai consigli o dalle notizie. Ritengo infatti che solo con un’analisi meticolosa, una buona pianificazione finanziaria ed un proprio, personalissimo insieme di regole, sia possibile gestire in maniera consapevole i propri investimenti. Da quali concetti tecnici di base partire concretamente ?


• Money Management
• Asset Allocation
• Diversifications
• Risk Management
• Stock Picking
• Market Timing

 

Vediamo ora di approfondire i punti principali.


Asset Allocation
Con questa definizione si intende l'insieme di criteri che determinano il peso e le regole di gestione dei vari "oggetti" di investimento (obbligazioni, titoli, ETF, Fondi e derivati) all'interno di ciò che viene comunemente chiamato "portafoglio". Questo dosaggio ponderato ha lo scopo legittimo di identificare e controllare sia il "rendimento atteso" sia il "livello di rischio". In linea di massima possiamo asserire che la definizione di un buon asset allocation deve tenere conto dei seguenti parametri:


• Orizzonte temporale
• Propensione al rischio
• Obiettivi di investimento
• Situazione fiscale e previdenziale
• Reddito
• Situazione finanziaria
• Evoluzione di scenario

 

Questi parametri determineranno un Asset Allocation Strategico personalizzato che va costantemente controllato ed eventualmente equilibrato.
Riguardo all'orizzonte temporale va detto che nel lungo periodo (almeno una decina d'anni) solitamente le azioni sono più redditizie delle obbligazioni se acquistate nei momenti opportuni, mentre nel breve periodo potrebbero essere anche fortemente in perdita. Ecco perché le percentuali di obbligazioni ed azioni così come le corrispondenti tipologie di ETF e Fondi, vanno dosate in maniera molto oculata e personalizzata. Ci vorrebbe una trattazione intera per arrivare ad un ottimo asset strategico di portafoglio, secondo ciò che indica la cosiddetta "frontiera efficiente" ma più in generale come prevede la Pianificazione Finanziaria.


Sopra all'Asset Allocation Strategico va poi innestato quello che viene comunemente definito Asset Allocation Tattico ovvero la possibilità di modificare istante per istante il dosaggio dei titoli, obbligazioni, ETF e fondi dell'Asset Strategico a seconda delle condizioni di mercato, seguendo per quanto mi riguarda i criteri dettati dall'Analisi Tecnica.

 


Attenzione però ad equilibrare i due tipo di asset perché come potete vedere dal grafico l'importanza di ogni attività cambia notevolmente al variare dell'orizzonte temporale.

 

Quindi la flessibilità che dovrà avere il mio Asset, ad esempio se ho un orizzonte temporale di breve periodo, dovrà essere molto alta e dovrò seguire rigidamente le regole che mi pongo per il trading (analisi, stop loss, consulenza ecc.), per evitare perdite inutili e copiose.

 

E' molto importante inoltre scegliere gli "oggetti" per i nostri investimenti, in funzione di quanto detto poc'anzi.

Ad esempio se disponessi di 10'000 euro di capitale non ne investirei 8'000 in azioni, 1'000 in derivati e 1'000 in liquidità. Se accadesse un imprevisto e non potessi seguire la Borsa mentre il mercato fa un tonfo sarebbe un vero guaio. Viceversa se disponessi di 100'000 euro investiti in titoli di stato, obbligazioni, ETF, fondi e titoli ad alta capitalizzazione (tutti ben diversificati e bilanciati), quegli stessi 9'000 euro "a rischio" eventualmente riservati per azioni e derivati non sarebbero che il 10% del totale.

 

Di conseguenza è necessario impostare sul proprio profilo un buon Asset Allocation strategico di base, che mi protegga il più possibile quando non posso seguire il mercato, insieme ad un Asset Allocation Tattico da alimentare continuamente con l'osservazione del mercato e delle relative opportunità.

 

 

 

Mercoledì 19 Ottobre 2011

Consulenza Finanziaria Indipendente

Settimana di autodifesa finanziaria
Parte 3: La consulenza indipendente: quali vantaggi?

AUTODIFESA FINANZIARIA:

LA CONSULENZA INDIPENDENTE: QUALI VANTAGGI?

Con la consulenza finanziaria “Fee Only” ovvero remunerata esclusivamente a parcella proprio come accade ad esempio per il commercialista, un professionista con forti competenze in materia (definite in dettaglio dal recente Decreto 206 24/12/08 e successiva regolamentazione), assiste l’investitore nella definizione dei propri obiettivi di investimento, nell’analisi e verifica dello “stato di salute” del portafoglio, consigliando tutti gli eventuali correttivi che si possono mettere in atto per massimizzare le performance e controllare i rischi, con la trasparenza e la libertà di chi opera venendo remunerato esclusivamente dal cliente e dalla sua soddisfazione.


In questi mesi di crisi globale, le Banche internazionali e nazionali stanno investendo molto sul concetto di consulenza finanziaria, cercando così di riguadagnare la fiducia dei clienti, e questo non può che andare a vantaggio dei Consulenti Indipendenti e dei clienti stessi. I grandi operatori stanno infatti aprendo un mercato che vedrà la vera consulenza finanziaria indipendente (quella fee only, ovvero pagata solo a parcella e quindi esercitata in assenza di conflitto d’interesse) giocare un ruolo importante.


Quanto è avvenuto in America potrebbe succedere anche in Italia nei prossimi 3/5 anni: negli USA il 25% degli operatori del settore è fee only e detiene oltre l’80% dei clienti high net worth.

 

 

 

Martedì 18 Ottobre 2011

Consulenza Finanziaria Indipendente

Settimana di autodifesa finanziaria
Parte 2: Allora come difendersi?

AUTODIFESA FINANZIARIA:

ALLORA COME DIFENDERSI?

Per quanto riguarda la sfera “emotiva”, per difendersi è necessario conseguire una forte consapevolezza finanziaria. Purtroppo nel dna dell’iter formativo italiano manca il “gene” della cultura finanziaria (a differenza del mondo anglosassone dove è decisamente più sviluppato) per questo è necessario sopperire con l’informazione e la formazione.
Letture di approfondimento, seminari, convegni, libri e corsi sono solo alcuni dei possibili strumenti che possono aumentare la propria consapevolezza in tema di investimenti.

 

Dal mercato ci si può difendere solo mettendo in atto dei criteri di strutturazione del portafoglio, di selezione mirata degli strumenti finanziari più adatti (presi tra quelli qualitativamente e quantitativamente più efficienti e convenienti) e cercando di tener conto per la propria operatività (acquisti o vendite) dei “tempi” del mercato stesso.

 

Rispetto agli operatori è necessario infine “scegliersi” Banche, Reti, Promotori e Consulenti Indipendenti qualificati e professionali, misurando ogni aspetto e ponderando bene costi e benefici esattamente come si farebbe nella scelta di altre aziende di servizio o di altre figure professionali come il commercialista o l’avvocato.

 

 

 

Lunedì 17 Ottobre 2011

Apri il Grafico

Settimana di autodifesa finanziaria
Parte 1: Da cosa si deve difendere l’investitore?

Prende il via oggi la pubblicazione di una serie di articoli didattici per fornire quegli elementi di base che spesso definisco di "autodifesa finanziaria" per tutti gli investitori.

In occasione della "Settimana dell'Investitore" presenterò infatti un articolo al giorno con qualche "istruzione per l'uso" sui temi finanziari.

 

AUTODIFESA FINANZIARIA:

DA COSA SI DEVE DIFENDERE L'INVESTITORE?

Prima di tutto l’investitore deve difendersi da un approccio “emotivo” ai mercati (quasi si potrebbe dire deve difendersi da se stesso), in quanto aspettative di grandi speculazioni, troppa fiducia nelle proprie capacità di “fiutare” un buon affare, l’apertura di nuove posizioni “a sentimento” o il mantenimento ad oltranza di una posizione <<tanto sono convinto che recupererà>> sono solo alcune delle tante situazioni in cui siamo noi stessi la causa di decurtazioni al portafoglio più o meno pesanti.

 

In secondo luogo l’investitore deve difendersi certamente dal mercato e dai suoi prodotti finanziari “tossici” non solo per evitare di incappare nei tristemente noti Bond argentini o titoli Lehman Brothers, (non sempre evitabili vista la scarsa trasparenza o visti i bilanci falsificati come nel caso italiano della Parmalat), ma anche per non mettere in portafoglio strumenti finanziari costosi, poco efficienti o troppo rischiosi rispetto alla propria propensione. Purtroppo vi sono prodotti “capestro” nascosti un po’ in tutte le classi, dai conti correnti ai derivati.


Il mercato presenta anche altre insidie per via del suo andamento che può determinare perdite ingenti sul capitale se investito nel momento e nel modo sbagliato, (ad esempio nel periodo 2000-2002 quando l’indice italiano del mercato azionario ha perso il 60% o nel periodo 2007-2009 quando ha perso il 72 % oppure nel periodo 2010-2011 quando ha perso il 42% come si può vedere dal grafico).

Infine gli investitori si devono difendere dagli operatori dell’industria finanziaria che si comportano in maniera meno trasparente o meno professionale, qualunque sia la loro categoria di appartenenza. Purtroppo anche in questo ambito, trai i tantissimi professionisti onesti ci sono anche operatori incompetenti o che curano principalmente i propri interessi a scapito degli interessi dei clienti.

 

 

 

Venerdì 14 Ottobre 2011

Visualizza l'Invito

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L’USO
Muoversi nel mercato finanziario per uscire dalla crisi

Ho il piacere di invitarvi anche quest'anno ad un importante evento nel contesto della "Settimana dell'Investitore", ovvero il seminario organizzato insieme a Confcommercio Ravenna martedì 25 ottobre 2011 ore 15,00 · sala Bini via Oriani 14 Ravenna:

 

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L’USO
Muoversi nel mercato finanziario per uscire dalla crisi

 

Introduce:

Gabriele Cerboni - Presidente Gruppo Giovani imprenditori Confcommercio Ravenna
Relatori:

Pierluigi Lorenzi - Consulente finanziario indipendente (Nafop)
Pietro Roncuzzi -
Bcc Credito Cooperativo Ravennate e Imolese
Marco Foroni -
Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna S.p.A.
Fiorenzo Gardini -
Cassa di Risparmio di Ravenna

Contenuti:

- Impatto della Legge Finanziaria sui depositi bancari, conti titoli, tassazione delle rendite finanziarie e gestione dei portafogli
- Mercato del credito
per gli imprenditori e le aziende
- Debiti sovrani, titoli di stato e obbligazioni - Borse e mercati azionari - Materie prime ed energia:
opportunità o rischio? Cosa aspettarci dal futuro?
- Come pianificare consapevolmente i nostri investimenti
per cogliere le opportunità del mercato finanziario.

 

Il seminario avrà luogo martedì 25 ottobre 2011 ore 15,00 · sala Bini via Oriani 14 a Ravenna. Ai partecipanti verrà consegnata documentazione inerente le tematiche trattate durante il seminario.

Per qualunque informazione potete contattarmi: pierluigi.lorenzi@momentumborsa.it

 

 

 

Giovedì 13 Ottobre 2011

Consulenza Finanziaria Indipendente

15 - 23 ottobre 2011
La Settimana dell'investitore

Condividendo pienamente la proposta della mia associazione di categoria, intendo promuovere l'iniziativa anche quest'anno in prima persona, mettendomi a vostra disposizione nell'ambito della "Settimana dell'Investitore" per rispondere alle vostre domande o per fornirvi, un check-up gratuito e professionale del vostro portafoglio.

Potete contattarmi a questo indirizzo: pierluigi.lorenzi@momentumborsa.it.

 

Oltre al Check-up gratuito, in occasione della "Settimana dell'Investitore" presenterò altre iniziative come il seminario di approfondimento dei temi finanziari del 25 ottobre, organizzato insieme a Confcommercio Ravenna di cui darò apposita comunicazione e presenterò anche una serie di articoli didattici, uno al giorno dal 17 al 22 ottobre, per fornire qualche "istruzione per l'uso" sulle tematiche finanziarie e fornire il mio parere professionale ed indipendente sui mercati.

 

Rimanete in contatto con www.momentumborsa.it per scoprire tutte le iniziative della "Settimana dell'Investitore", ma prima facciamo un po' di chiarezza sullo scopo preciso di questo evento nazionale.

Gli studi e le società di consulenza finanziaria indipendente iscritti all'associazione di categoria Nafop hanno organizzato la "Settimana dell'Investitore" a vantaggio dei risparmiatori italiani.
Tale iniziativa, che ha luogo dal 15 al 23 ottobre 2011, ha lo scopo di sensibilizzare le famiglie italiane sui temi del risparmio consapevole e della pianificazione finanziaria, dando loro la possibilità di usufruire di un contatto gratuito con un Associato Nafop.

Durante la Settimana dell'Investitore i consulenti finanziari indipendenti associati Nafop saranno gratuitamente a disposizione per fornirvi una prima assistenza e per rispondere alle vostre domande.

Come funzionano i prodotti finanziari che ho in portafoglio? Quali rischi corro? Quanto mi costano? Quanto mi costeranno ancora?

Quello che mi ha proposto ieri la banca è davvero un buon affare per me? Mi dà un suo parere su questo prodotto?

Da una prima valutazione, i miei investimenti sono coerenti con i miei obiettivi e la mia situazione finanziaria? Qual è l'utilità di una corretta pianificazione finanziaria?

Chi è il consulente finanziario indipendente? Perchè dovrei farmi assistere da un professionista? È vero che non può entrare in possesso dei miei soldi?

 

 

 

Mercoledì 12 Ottobre 2011

Consulenza Finanziaria Indipendente

Non subire l'effetto domino.
Domina i tuoi risparmi.

Scegli anche tu un consulente finanziario indipendente NAFOP.

Dipende solo da te.

Che tu debba difendere i tuoi risparmi o la tua azienda, un consulente finanziario indipendente associato NAFOP è sempre dalla tua parte, perché è un libero professionista che opera esclusivamente nel tuo interesse ed è solo da te remunerato a parcella.

Non colloca prodotti finanziari, non fa interessi di terzi, né accede ai tuoi risparmi. E' un professionista esperto che ti aiuta concretamente nella buona gestione del tuo denaro, ad ottimizzare i rapporti con banche e assicurazioni, nella negoziazione di un finanziamento e in ogni aspetto della pianificazione personale, familiare o aziendale. Il suo solo interesse è il tuo stesso interesse: darti i migliori consigli con assoluta indipendenza e imparzialità. Per questo la sua figura professionale, già molto affermata nei Paesi finanziariamente più evoluti, da qualche anno sta riscontrando successo anche in Italia.

Scegli anche tu un consulente finanziario indipendente NAFOP.

Non subire più e torna padrone della situazione.

 

SERVIZI DEL CONSULENTE INDIPENDENTE

 

A) PATRIMONI PERSONALI

- Analisi portafoglio: aderenza a obiettivi, analisi rischio, costi/benefici, quantificazione inefficienze e valutazione gestori.

- Affiancamento per negoziazione/rinegoziazione di condizioni applicate da terzi.

- Elaborazione strategia d'investimento e indicazione di strumenti finanziari efficienti.

- Monitoraggio e manutenzione nel tempo degli attivi finanziari.

 

B) PIANIFICAZIONE FINANZIARIA, ASSICURATIVA E PREVIDENZIALE

 

C) MUTUI E FINANZIAMENTI - VALUTAZIONI E NEGOZIAZIONI

 

D) AZIENDE - SUPPORTO ALLA GESTIONE FINANZIARIA

- Gestione rapporti bancari, controllo e miglioramento condizioni.

- Basilea 2: valutazione rating assegnati, interventi migliorativi, analisi e monitoraggio Centrale Rischi.

- Gestione rischi finanziari e analisi di prodotti strutturati/derivati.

- Controlli e perizie su anatocismo e usura.

 

 

 

Sabato 8 Ottobre 2011

Apri il Grafico

Italia al punto di svolta? Si ma E' chiaro solo grazie allo "zoom" ...

Con i Segnali Operativi che ho pubblicato oggi possiamo dire che l'indice italiano FTSE MIB ha disegnato un "bottom" relativo ed ha svoltato al rialzo. L'Analisi Tecnica ci aiuta in questi casi ad identificare i minimi ed i successivi trend al rialzo, ma come interpretare i tanti segnali sul breve periodo? Come difendersi dalla volatilità ormai alle stelle?

Basta infatti guardare il grafico di breve periodo dell'indice (immagine sopra al titolo) per scorgere le continue oscillazioni che determinano i tanti segnali buy/sell con le rotture al rialzo ed al ribasso delle relative trendline.

 

Come orientarsi per un trading più "sereno" e ponderato? La mia risposta è semplice: basta usare lo zoom.

E' necessario infatti applicare il concetto di zoom anche ai grafici per capire meglio la situazione, così come è necessario allargare un'inquadratura per comprendere meglio una scena complessa. Se rigeneriamo il grafico dello stesso indice con una rappresentazione più semplice (lineare anziché candlestick) e con una finestra temporale più ampia (un anno anziché 6 mesi), potremo identificare chiaramente la recente rottura al rialzo della trendline ribassista ed il conseguente segnale di acquisto.

Con una rappresentazione di questo tipo si riduce notevolmente il numero dei segnali (verdi = buy, arancioni = sell) e si evitano anche le perdite maggiori, in questo caso il segnale di uscita di febbraio ha evitato uno storno del 40% sull'indice.

 

Apri il Grafico

 

 

Ma siamo certi che questa analisi, pur più ampia, sia sufficientemente azzeccata? L'unico modo per scoprirlo è allargare ancora l'inquadratura con lo "zoom". Magari di un bel po'...

La visione è interessante, infatti prendendo in esame un periodo di 13 anni notiamo che il rimbalzo corrente disegna quasi un doppio minimo di periodo (con implicazioni positive), inoltre vediamo come il livello attuale di prezzo sia veramente basso rispetto ai precedenti massimi (lasciando spazio quindi ad ampi margini di recupero).

C'è da dire però che solo con questo "zoom" riusciamo a scorgere una sorta di grande canale discendente che ha interrotto il periodo di crescita degli anni novanta, canale negativo che perdura da 12 anni e che potrebbe farci vedere in futuro nuovi minimi sul prolungamento del lato inferiore (linea rossa) come possiamo vedere dal grafico.

 

Apri il Grafico

 

A questo punto abbiamo un buon segnale sull'analisi di medio termine e delle conferme sull'analisi di lungo periodo, cosa aggiungere? Io direi la prova del nove che preferisco: la Pista Ciclica. Vediamo se l'unico indicatore in grado di prevedere in anticipo i grossi picchi negativi ci conferma il momento come un vero punto di svolta.

L'ultimo grafico sembra risponderci di si, visto che nelle settimane scorse c'è già stato un forte picco negativo della PC con successivo ritorno alla norma proprio come in quasi tutti i minimi precedenti.

 

Apri il Grafico

 

Nella pagina dei Segnali Operativi troverete tutti i grafici con i segnali sul breve periodo dei principali indici, titoli ed ETC.

 

 

 

Sabato 4 Giugno 2011

Apri il Grafico

La rivincita del Caffe' 2 ...

Riprendendo il titolo di un mio vecchio post, possiamo riaccendere i riflettori su questa materia prima ed il relativo ETC in quanto sulla chiusura di venerdì è scattato un nuovo segnale di acquisto: il perfetto rimbalzo su di un buon supporto (di vecchia data) e la rottura al rialzo del trend ribassista di breve periodo.

 

Dopo il recente segnale di acquisto sullo zucchero con il successivo trend rialzista (ancora in atto), i generi alimentari di prima necessità (o meglio di prima colazione...) mettono a segno infatti una ripresa del tutto scorrelata da altre materie prime come ad esempio i classici metalli preziosi, che vivono viceversa un momento difficile.

 

L'importanza dell'investimento anche sulle materie prime oltre che sui mercati tradizionali sta proprio nella loro scarsa correlazione, caratteristica che giova grandemente alla diversificazione del portafoglio come potete notare dalla sintesi della situazione tecnica dei principali ETC che trovate qui di seguito.

 

ETC ETFS CRUDE OIL Neutri. Fase laterale.
ETC ETFS NATURAL GAS Mantenere. Trend ancora positivo.
ETC ETFS GOLD BUILLONS Fuori. Nuovo trend negativo.
ETC ETFS PHYSICAL SILVER Fuori. Nuovo trend negativo.
ETC ETFS PHYSICAL PLATINUM Neutri. Fase laterale.
ETC ETFS PHYSICAL PALLADIUM Mantenere. Trend positivo.
ETC ETFS ALUMINIUM Neutri. Fase ancora laterale.
ETC ETFS COPPER Mantenere. Trend ancora positivo.
ETC ETFS NICKEL Attenzione. Trend ancora negativo in forte ipervenduto.
ETC ETFS ZINC Mantenere. Fase laterale.
ETC ETFS COFFEE Entrare. Rompe al rialzo la trendline ribassista.
ETC ETFS COTTON Mantenere. Trend ancora positivo.
ETC ETFS SUGAR Mantenere. Trend ancora positivo.
ETC ETFS CORN Fuori. Trend leggermente negativo.
ETC ETFS SOYBEANS Mantenere. Fase laterale.
ETC ETFS WHEAT Neutri. Fase ancora laterale.
ETC ETFS LEAN HOGS Attenzione. Trend ancora negativo in forte ipervenduto.


Nella pagina dei Segnali Operativi troverete tutti i grafici dettagliati.

 

 

 

24 Febbraio 2011

Rispondi al Sondaggio ...

Sondaggio: Quale Funzione vorresti in Momentum XI ?

Momentum è un programma ShareWare, filosofia basata su bassi costi ed un set completo di funzioni, per agevolare una larga diffusione del software e consentire a tutti di utilizzare strumenti avanzati di analisi finanziaria, strumenti solitamente accessibili solo agli "addetti ai lavori" e con costi decisamente elevati.

 

Per rendere il software Momentum sempre più rispondente alle esigenze reali di trader, investitori privati e consulenti ho pensato di proporre a tutti gli utilizzatori, ma anche a tutti gli interessati, un sondaggio sulle funzionalità che vorrebbero nella nuova versione XI di Momentum (di cui è già iniziato lo sviluppo).

 

Da questa pagina potrete rispondere al questionario selezionando le funzionalità preferite tra quelle proposte o digitando richieste libere.

 

 

 

2 Febbraio 2011

Apri il Grafico

Anche il comparto immobiliare partecipa alla festa

Dopo la raffica di segnali di acquisto su numerosi ETC (materie prime) e numerosi ETF che replicano gli indici azionari delle borse di tutto il mondo (a fine articolo citerò alcuni degli ultimi segnali scattati), anche gli ETF del comparto immobiliare partecipano alla festa dei rimbalzi.

Questo comparto, spesso non correlato con il resto dei mercati, ha infatti rotto al rialzo le lunghe trendline ribbassiste che disegnavano i trend negativi degli ultimi tempi posizionandosi ora al rialzo, praticamente in tutte le ripartizioni geografiche ma con particolare risalto all'area Asia (come potete vedere dal grafico):

 

ETF - FTSE EPRA Asia-ISHARES (Azionari Immobiliari Asia)
ETF - FTSE EPRA Global-ISHARES (Azionari Immobiliari Mondo)

ETF - FTSE EPRA UK-ISHARES (Azionari Immobiliari UK)

ETF - FTSE EPRA Europe-ISHARES (Azionari Immobiliari Europa)

 

Gli ETF Immobiliari indiretti, insieme agli ETC delle materie prime, costituiscono una importante opportunità per diversificare il portafoglio rispetto ai mercati tradizionali che spesso come in questi giorni si muovono in maniera omogenea.

Infatti, oltre ad America, Russia e Borse Europee si aggiungono oggi altri rimbalzi come evidenziano i seguenti ETF che hanno appena rotto al rialzo le loro trendline ribassiste:

 

ETF - MSCI Brazil-IS (Azionari Brasile)
ETF - DJ TURKEY TITANS 20-LX (Azionari Turchia)
ETF - HSCEI China-LX (Azionari Cina)
ETF - FTSE 100-IS (Azionari UK)
ETF - MSCI South Korea-IS (Azionari Korea)
MSCI Japan-IS (Azionari Giappone)

 

 

 

29 Gennaio 2011

Apri il Grafico

Raffica di segnali di acquisto sugli ETC

Mentre le principali Borse sembrano perdere un po' di smalto, in questi ultimi giorni ci sono altri strumenti che godono di un particolare momento di "grazia", mi riferisco agli Exchange Traded Commodity.

Gli ETC sono strumenti finanziari simili agli ETF, che investono su Commodities in maniera più o meno "fisica", ovvero alcuni acquistando direttamente una determinata materia prima, altri ricorrendo a contratti a scadenza o ad altre modalità "cartacee" di trading.

Come potete vedere dai numerosi segnali di acquisto scattati (consultare la pagina dei segnali operativi per tutti i grafici e relativi commenti), questi strumenti sono da alcuni giorni sotto i riflettori del mercato, probabilmente in cerca di nuovi spazi dove investire la forte liquidità disponibile, magari evitando i soliti listini azionari in via di "rallentamento" nei rispettivi rimbalzi.

 

 

 

Mercoledì 17 Novembre 2010

Attenzione: Modifica del Server Yahoo per il download dei dati da Momentum X

Da oggi è necessario cambiare le impostazioni avanzate di Momentum X per continuare ad utilizzare il download dei dati odierni (i dati storici non subiscono variazioni).

Yahoo Finanza ha infatti modificato i propri server per il download dei dati finanziari uniformando le procedure verso i vari server internazionali con un unico indirizzo Web.

Per settare i nuovi parametri in Momentum X è sufficiente seguire questi semplici passi: Aprire le Preferenze dell'Utente, selezionare la scheda Dati Yahoo ed aprire le Impostazioni Avanzate. A questo punto basterà scegliere il server:

 

http://download.finance.yahoo.com/

 

in corrispondenza della prima parte dell'indirizzo per il Download dei Dati Odierni (non bisogna modificare l'indirizzo per i Dati Storici).

 

Se la modifica non dovesse bastare, significa che si è incappati in un nuovo vincolo di Yahoo: il numero massimo di titoli che si tenta di aggiornare ridotto a 200.

 

Infatti se ci fosse un altro errore che impedisce il caricamento dei dati, disattivando la cancellazione dei file dopo il download e aprendoli con il blocco note noteremmo questo messaggio al posto dei dati:
<<Sorry, the Yahoo! Finance system limits quotes to 200 ticker symbols at a time, and your request included 228ticker symbols. Please adjust your request to include 200 or less.>>

Chiaramente significa che Yahoo ha messo un limite di 200 codici al massimo nell'interrogazione, quindi bisogna ridurre la dimensione della lista utilizzata (ad esempio se scarico una lista che contiene a sua volta 6 liste da 50 titoli ciascuna incapperei nell'errore).

 

 

 

Venerdì 15 Ottobre 2010

Consulenza Finanziaria Indipendente

16 - 24 ottobre 2010
La Settimana dell'investitore

Gli studi e le società di consulenza finanziaria indipendente iscritti all'associazione di categoria Nafop hanno organizzato la "Settimana dell'Investitore" a vantaggio dei risparmiatori italiani.
Tale iniziativa, che ha luogo dal 16 al 24 ottobre 2010, ha lo scopo di sensibilizzare le famiglie italiane sui temi del risparmio consapevole e della pianificazione finanziaria, dando loro la possibilità di usufruire di un contatto gratuito con un Associato Nafop.

Durante la Settimana dell'Investitore i consulenti finanziari indipendenti associati Nafop saranno gratuitamente a disposizione per fornirvi una prima assistenza e per rispondere alle vostre domande.

Come funzionano i prodotti finanziari che ho in portafoglio? Quali rischi corro? Quanto mi costano? Quanto mi costeranno ancora?

Quello che mi ha proposto ieri la banca è davvero un buon affare per me? Mi dà un suo parere su questo prodotto?

Da una prima valutazione, i miei investimenti sono coerenti con i miei obiettivi e la mia situazione finanziaria? Qual è l'utilità di una corretta pianificazione finanziaria?

Chi è il consulente finanziario indipendente? Perchè dovrei farmi assistere da un professionista? È vero che non può entrare in possesso dei miei soldi?


Condividendo pienamente la proposta della mia associazione, intendo promuovere in prima persona questa iniziativa, mettendomi a vostra disposizione nell'ambito della "Settimana dell'Investitore" per rispondere alle vostre domande o per fornirvi, nei limiti del possibile (viste le migliaia di contatti settimanali tra newsletter e sito), un check-up gratuito e professionale del vostro portafoglio.

Potete contattarmi a questo indirizzo: pierluigi.lorenzi@momentumborsa.it.

 

 

 

7 Ottobre 2010

Apri l'Invito

14/10 Seminario presso Confocommercio Ravenna: "L'autodifesa Finanziaria"

Intervista di Paolo Giulianini a Pierluigi Lorenzi, relatore del seminario:
"L’autodifesa finanziaria:

come gestire in maniera consapevole i propri investimenti finanziari"

 

Iscom e Confcommercio Ravenna organizzano per il prossimo Giovedì 14 ottobre alle ore 15,00 presso la sala Bini (via Oriani 14 a Ravenna) un importante seminario sulla cultura finanziaria, dedicato sia agli imprenditori che ai privati cittadini. Clicca qui per aprire l'invito.

 

Scopo del seminario è quello offrire ai partecipanti strumenti di conoscenza e valutazione della propria cultura in questo campo e di conoscere quelle forme di tutela che preservano il piccolo investitore da situazioni disastrose quali, solo per citarne alcune, quelle dei crack Parmalat, Cirio, Bond Argentini, Alitalia.
Confcommercio Ravenna è convinta che gli imprenditori debbano conoscere a fondo i meccanismi che regolano i mercati finanziari così come le ultime normative emesse a loro tutela, che spesso si sono tradotte in una miriade di firme del cliente su moduli della banca il cui contenuto resta spesso sconosciuto.
Sbagliare la gestione degli investimenti, fidandosi ciecamente dei consigli ricevuti senza entrare nel merito di quello che si sta facendo, può tradursi nel rischio di non rivedere più il proprio danaro e questo può mettere in difficoltà anche un’azienda sana.
Proprio per questo, diventa importante lo spazio che verrà lasciato ai partecipanti al termine del seminario per porre le loro domande ad un professionista indipendente, che da anni coadiuva imprese e singoli risparmiatori.
Per dare un piccolo assaggio di quanto verrà discusso il 14 ottobre rivolgiamo alcune domande a Pierluigi Lorenzi Consulente Finanziario Indipendente associato a NAFOP, l’Associazione Nazionale dei Pianificatori Finanziari “Fee Only”.

 

Partiamo dal titolo del seminario: da cosa si deve difendere l’investitore?
Quando all’inizio dell’anno 2000 in seguito all’esplosione della bolla azionaria della “New Economy” ho fondato il sito didattico Momentum Borsa, mi sono dato come primo obiettivo quello di <<evitare il più possibile i tipici “disastri da illusione borsistica”>>. Per questo motivo la prima risposta che mi sento di dare è difendersi dalle aspettative di grandi speculazioni e dal considerare gli investimenti finanziari come una roulette da sbancare. Inoltre credo che gli investitori si debbano difendere anche dal mercato con le sue tante insidie, da certi prodotti finanziari “tossici” o troppo rischiosi rispetto alla propria propensione e, non meno importante, si devono difendere dagli operatori meno trasparenti o meno professionali di qualunque categoria.

 

Allora come gestire i propri investimenti in sicurezza?
Perché ogni tipo di investimento possa “stare in piedi” ha bisogno di almeno tre gambe proprio come un tavolo: deve esserci per cominciare una forte consapevolezza dell’investitore. Spesso accade infatti che si sappia valutare fino all’ultimo mattone un investimento immobiliare ma non si sia in grado di valutare i titoli detenuti nel proprio portafoglio. In secondo luogo servono strumenti finanziari efficienti scelti ed utilizzati seguendo i “tempi” del mercato ed evitando i forti scossoni (ad esempio quando l’indice italiano ha perso il 60% nel periodo 2000-2002 ed il 72% nel periodo 2007-2009), mentre la terza gamba del tavolo è rappresentata da operatori qualificati e professionali. Non mi riferisco in particolare solo ai Consulenti Indipendenti ma a tutte le figure dell’industria finanziaria, la cui trasparenza e preparazione concorre insieme al conseguimento di migliori risultati per l’investitore, privato o azienda che sia.

 

A proposito di consulenza indipendente quali vantaggi comporta questa nuova opportunità?
Con la consulenza finanziaria “Fee Only” ovvero remunerata esclusivamente a parcella proprio come accade per il commercialista o l’avvocato, un professionista con forti competenze in materia (definite in dettaglio dal recente Decreto 206 24/12/08 e successiva regolamentazione), assiste l’investitore nella definizione dei propri obiettivi di investimento, nell’analisi e verifica dello “stato di salute” del portafoglio, consigliando tutti gli eventuali correttivi che si possono mettere in atto per massimizzare le performance e controllare i rischi, con la trasparenza e la libertà di chi opera venendo remunerato esclusivamente dal cliente e dalla sua soddisfazione.

 

Leggi tutta l'intervista da qui.

 

 

 

5 Ottobre 2010

Intervista esclusiva sul Forex per la Testata Finanza e Diritto

Intervista esclusiva a Pierluigi Lorenzi, pubblicata nel testo "Guida Forex 2010-2011" edito dalla testata FinanzaeDiritto.it (Editrice le Fonti).

 

Come mai sempre più persone molto abbienti (i c.d. UHNWI) investono nel mercato Forex?

Sostanzialmente perché il Forex è il mercato più liquido al mondo, quindi consente di comprare e soprattutto vendere quantità piccole o molto grandi senza spread eccessivi tra denaro e lettera, senza la necessità di conoscere (e quindi evitare) i trabocchetti dei Market Maker e senza il rischio di rimanere “impiccati” come può accadere con certi titoli sottili in presenza ad esempio di bruschi crolli, quando nessuno vuole comprare ad un prezzo ragionevole.
In presenza di patrimoni molto consistenti gli effetti negativi dei mercati illiquidi verrebbero amplificati, con costi e rischi decisamente più alti, per questo sempre più persone abbienti scelgono di investire anche nel mercato Forex.
Inoltre il Forex consente di operare a copertura degli investimenti effettuati in azioni o obbligazioni su valute estere, limitando fortemente il rischio cambio.


Conviene fare trading sul Forex? Quali sono vantaggi e svantaggi?

Grazie a Broker online sempre più agguerriti ed in concorrenza tra loro, oggi il Forex è un mercato molto conveniente in termini di commissioni.
Oltre ai vantaggi già citati, va detto inoltre che il Forex costituisce un’ottima opportunità di diversificazione dei propri investimenti, visto che ormai per periodi sempre più lunghi azioni obbligazioni e settori vari si muovono in maniera correlata tra loro rendendo più difficile scovare qualcosa che cresce mentre scende tutto.
Personalmente ritengo che gli svantaggi del Forex siano minori rispetto ai vantaggi, ma non bisogna trascurarli come per ogni altro tipo di investimento, quindi dobbiamo citare sicuramente il rischio derivato da fattori di leva molto elevati e la necessità di dotarsi di una metodologia operativa molto rigorosa (ad esempio seguendo l’Analisi Tecnica).

...

Continua nella Guida Forex 2010-2011 da qui.

 

 

 

4 Settembre 2010

Apri il Grafico

New York DJ INDUSTRIAL: America in cerca di una direzione precisa ...

L'analisi di lungo periodo sul NY DJ IND. AV. ci fornisce numerose informazioni utili sullo stato attuale del mercato americano e la sua tendenza in atto.

Infatti la prima considerazione che possiamo fare riguarda il movimento sostanzialmente laterale in cui ci troviamo dopo il rimbalzo a "V" del 2009 che, così stretto e ripido, sembra già terminato.

I'indice americano non riesce a trovare una direzione precisa, tanto che se consideriamo i ritracciamenti di Fibonacci, l'indice si muove lateralmente perfettamente in "asse" con il livello del 50% e oscillando con precisione all'interno dei vicini confini dei livelli 38.2% e 61.8%.

 

A questo punto c'è spazio per ogni tipo di ipotesi, ovvero salita verso i massimi del 2007 o storno verso i minimi ma una cosa è certa, a giudicare dall'andamento della Pista Ciclica (un indicatore molto utile per rappresentare la "tensione" dei movimenti in atto), possiamo immaginare che gli eventuali prossimi trend negativi saranno più bruschi e violenti di quelli positivi, con una volatilità concentrata sempre più sui ribassi piuttosto che sui rialzi.

 

 

 

22 Luglio 2010

Apri il Grafico

Turchia tra dubbi e opportunita' ...

Il percorso di avvicinamento all'Europa Unita della Turchia continua a destare dubbi e preoccupazioni tra i paesi del vecchio continente soprattutto in merito alle questioni di integrazione culturale e sociale, ma dal punto di vista economico la Turchia costituisce comunque un'interessante opportunità di investimento e diversificazione.

Le sue aziende quotate hanno dimostrato infatti un buon dinamismo e diversi spunti di crescita con segnali, come quello di oggi, che invitano a considerare anche questa nazione per i propri investimenti.

Come si può vedere dal grafico, oggi l'ETF che ho preso come esempio ha rotto al rialzo la forte resistenza statica che l'aveva respinto più volte negli ultimi mesi, dandoci un segnale di entrata.

 

 

 

21 Luglio 2010

Apri la pagina

Nuovo Aggiornamento di Momentum X

Dalla pagina Download è ora disponibile un nuovo aggiornamento di Momentum X .NET, il software di Analisi Tecnica italiano più completo e conveniente sul mercato.

Questo aggiornamento comprende le seguenti modifiche, correzioni e nuove funzionalità:

 

  • - Finestra di configurazione per settare le Opzioni Internazionali più adatte a Momentum o le Opzioni Internazionali predefinite (Italiane).
  • - Grafici Lineari non più influenzati dalle impostazioni internazionali del PC.
  • - Possibilità di aprire un Portafoglio direttamente dalla Finestra di ricerca e selezione dei Titoli.
  • - Nuova funzione di ricerca di un Titolo in una Base Dati Metastock esterna tramite digitazione della data e del prezzo.
  • - Ampliamento della funzione di ricerca di un Titolo mediante la digitazione anche parziale del Ticker.
  • - Correzione dei bachi presenti nella gestione delle Operazioni Buy/Sell del Portafoglio (calcolo dell’importo del capitale residuo in una operazione di acquisto e nel calcolo della finestra di Analisi dei Rendimenti del Portafoglio quando è presente un’operazione sola).

 

In particolare, la nuova finestra di gestione delle Opzioni Internazionali, consente di verificare lo stato della configurazione attualmente presente sul PC e consente di modificarla per massimizzare le funzionalità del software Momentum (configurazione con il punto come separatore decimale), o per ripristinare le impostazioni classiche Italiane.

 

 

E' presente infine un documento PDF che illustra come configurare Excel per renderlo non influenzabile dalle Opzioni Internazionali, personalizzazione che consente di non avere variazioni nel comportamento di Excel nonostante il settaggio delle Opzioni Internazionali favorevole a Momentum X. Il documento è consultabile anche da qui.

 

Potete accedere a tutte le informazioni sul software Momentum da questo link, oppure potete scaricare Momentum X e provarlo gratuitamente per un mese dalla pagina Download.

 

 

 

10 Maggio 2010

Apri il Grafico

Il Rame di nuovo ai blocchi di partenza ...

Non tutti i metalli hanno partecipato oggi alla "festa" del rimbalzo dell'azionario mondiale, ma di sicuro il rame non si è fatto mancare l'occasione, primo tra i metalli industriali per reattività.

Nell'ultimo anno e mezzo infatti il rame è ripartito con ciclicità quasi assoluta (ogni 3-4 mesi) ed anche oggi ha rotto al rialzo la trendline ribassista (linea rossa) con forti volumi dandoci un segnale di entrata.

L'interesse su questa Commodity è dimostrata anche dalle recenti oscillazioni come si può notare dal grafico (+22%, -15%, +30% e -15%) e dal riavvicinamento ai massimi assoluti per questo ETC sui 33 dopo aver toccato il minimo sui 10 nel 2008.

 

 

 

Sabato 24 Aprile 2010

Iscriviti gratuitamente all'ITF 2010

La Consulenza Indipendente all'ITF 2010

Il 2010 sarà veramente l'anno dei consulenti indipendenti ?

Io me lo auguro vivamente, ma ci sono anche numerosi elementi a suggerirlo.

Dopo ben cinque rinvii in due anni, il 2010 dovrebbe essere finalmente l’anno della nascita dell’Albo di categoria dei consulenti finanziari indipendenti in Italia. L’istituzionalizzazione dei consulenti fee only determinerà una nuova possibilità di scelta per i risparmiatori, nel segno dell’indipendenza.

Non a caso diversi gruppi Bancari stanno osservando attentamente l'evoluzione normativa in Italia (che porterebbe ad una riduzione del loro potere di "consulenza" sui clienti) e si stanno muovendo per costituire gruppi indipendenti di advisor slegati dalla mera distribuzione di prodotti finanziari.

La nostra categoria professionale è stata messa inoltre sotto i riflettori di una delle più importanti rassegne del settore: l'Italian Trading Forum di Rimini, dove si svolgerà una Tavola rotonda con i principali operatori e la direzione della nostra associazione NAFOP:

 

ITForum 13 maggio Rimini: Invito alla Tavola rotonda NAFOP

La consulenza indipendente fee only: quali vantaggi per operatori e investitori

 

Il 13 maggio alle 14.30 all'ITForum di Rimini, alla quale parteciperanno come relatori:

- Moderatore: Marco Liera (giornalista responsabile di Plus24 - Il Sole 24 Ore)

- Cesare Armellini (presidente Nafop)
- Maria Teresa Paracampo (doc. Diritto del Mercato finanziario Università di Bari)
- Roberta D’Apice (responsabile Divisione legale Assogestioni)
- Mario Noera (doc. Diritto ed Economia degli intermediari finanz. Univ. Bocconi)
- Luca Mainò (consigliere delegato Network Consultique)
- Paolo Tirabassi (responsabile Commissione Area giuridico-legale Nafop)
- Cesare Nistri (coordinatore Commissione Area comunicazione-marketing Nafop)

 

Potete iscrivervi gratuitamente da questa pagina.

 

Il Dottor Cesare Armellini, presidente di NAFOP parteciperà come relatore anche al convegno che si terrà venerdì 14 maggio alle 11.30 all’ITForum di Rimini:

“La consulenza finanziaria a pagamento. Gli attori in campo, le organizzazioni che cambiano, la sfida sulle parcelle”.

 

 

 

8 Marzo 2010

Apri il Grafico

Specular mi E' "dolce" in questo mar ...

No, non si tratta di ritorni di fiamma Leopardiani da reminescenze scolastiche, il mio titolo provocatorio voleva semplicemente richiamare l'attenzione su di una Materia Prima ritornata interessante: lo Zucchero.

Questa Commodity infatti ha passato gli ultimi anni prevalentemente in fase laterale o con pochi spunti speculativi per via delle scarse oscillazioni, (se è vero che "Trend is your friend" la mancanza di precise e forti tendenze non offre solitamente grandi opportunità ai Trader).

 

Negli ultimi sei mesi o poco più abbiamo assistito invece a delle vere e proprie montagne russe su questa materia prima, infatti come si può notare dal grafico, ci sono stati trend secondari molto interesanti (+35%, -24%, +43% e -26%) senza parlare delle continue oscillazioni più piccole all'interno delle varie tendenze.

 

La situazione ora continua ad essere negativa con il trend in atto ben delineato come potete vedere, ma lo stocastico sta rimbalzando quindi attenzione all'eventuale rottura al rialzo della trendline ribassista che ci darebbe un nuovo segnale di acquisto da rispettare se avvenisse in presenza di volumi e forza.

 

 

 

6 Marzo 2010

Apri la pagina

Nuovo Aggiornamento di Momentum X

E' ora disponibile un nuovo aggiornamento di Momentum X .NET, il software di Analisi Tecnica italiano DATA FREE (senza alcun canone per l'aggiornamento dati) più completo e conveniente sul mercato.

Questo aggiornamento comprende tutte le modifiche, correzioni e nuove funzionalità implementate di recente nel programma:

 

  • - Adattamento per la compatibilità piena con il nuovo Windows Seven (sia 32bit x86 sia 64bit x64).
  • - Nuove Liste Titoli di esempio per il Download dei Dati da Yahoo per ETC, Valute, BTP, DJ Supersector, Indici e Futures.
  • - Correzione dell'aggiornamento della Descrizione del Portafoglio corrente nelle Finestre del Sistema Esperto e dell'Analisi dei Rendimenti, e correzione del mancato spostamento al Titolo precedente (con gli appositi pulsanti avanti e indietro del Grafico Avanzato) quando c'è la Lista degli Allarmi scattati aperta.
  • - Nuova funzione di calcolo che consente di visualizzare sul Grafico Avanzato l'Equity Line corrispondente al rendimento conseguito dalle operazioni di acquisto/vendita eseguite sul portafoglio.

 

Quest'ultima funzione consente di verificare analiticamente ed a colpo d'occhio i risultati conseguiti dall'operatività "arbitraria" dell'utilizzatore esattamente com'era già possibile fare per i Trading Systems (cliccare sul grafico per ingrandirlo).

 

Apri il Grafico

 

Naturalmente anche l'Equity Line calcolata sulle operazioni del Portafoglio corrente può essere generata tenendo conto delle sole operazioni Long o della somma delle operazioni Long e Short (ipotizzando l'inversione di posizione ad ogni operazione) con risultati decisamente più interessanti come si può vedere nel secondo grafico.

 

Apri il Grafico

 

Potete accedere a tutte le informazioni sul software Momentum da questo link, oppure potete scaricare Momentum X e provarlo gratuitamente per un mese dalla pagina Download.

 

 

 

30 Gennaio 2010

Apri il Grafico

Economie Emergenti: vantaggi per tutti

Mentre assistiamo a storni e tendenze negative in quasi tutti i mercati principali, ci sono paesi che per nostra fortuna resistono meglio alla crisi e fanno intravedere una velocità di ripresa ampiamente superiore alle solite (ed ormai logore) locomotive "occidentali".

Sto parlando delle Economie Emergenti come l'India la Cina ed il Brasile, paesi sui cui notiamo importanti segnali positivi dall'analisi tecnica dei grafici.

 

Proprio ieri sera, in pieno calo delle principali Borse Europee e Nord Americane, sono scattati infatti dei segnali di acquisto su India e Brasile. In particolare, l'indice BOMBAY BSE SENSEX ha rotto al rialzo la trendline ribassista di breve periodo, mantenendo un importante supporto statico e disegnando un hammer sporco che chiama un possibile rimbalzo come si può notare dal grafico, (consultare il grafico dettagliato con i relativi commenti sulla pagina dei Segnali Operativi).

 

 

 

9 Gennaio 2010

Apri il Grafico

Aggiornamento Situazione Tecnica ETC

Proseguendo nell'analisi degli ETC, (gli Exchange Traded Commodity sono un particolare tipo di strumento finanziario che investe direttamente in Commodities), vediamo come ci sia un notevole fermento in questo mercato e come i diversi settori merceologici si muovano spesso in maniera del tutto non correlata.

 

Questi sono i nuovi segnali operativi a breve termine e la situazione tecnica specifica (basandosi esclusivamente sui grafici candlestick) dei principali ETC:

 

ETC, Operatività a breve:

ETFS CRUDE OIL, Mantenere.

ETFS NATURAL GAS, Mantenere (attenzione).

ETFS LYXOR GOLD BUILLONS, Mantenere.

ETFS PHYSICAL SILVER, Mantenere.

ETFS PHYSICAL PLATINUM, Mantenere.

ETFS PHYSICAL PALLADIUM, Mantenere.

ETFS ALUMINIUM, Neutri.

ETFS COPPER, Mantenere.

ETFS NICKEL, Mantenere.

ETFS ZINC, Mantenere.

ETFS COFFEE, Mantenere.

ETFS COTTON, Fuori.

ETFS SUGAR, Mantenere.

ETFS CORN, Mantenere.

ETFS SOYBEANS, Uscire.

ETFS WHEAT, Mantenere.

ETFS LEAN HOGS, Mantenere.

 

Nella pagina dei Segnali Operativi troverete tutti i grafici dettagliati.

 

 

 

Martedì 1 Dicembre 2009

Apri il Grafico

La rivincita del Caffe'

Ieri, proprio nel bel mezzo della crisi di Dubai World con il conseguente calo generalizzato dei mercati, è scattato al contrario un nuovo segnale di acquisto sull'ETC del Caffè (gli ETC sono un particolare tipo di ETF che investe esclusivamente in Commodities). L'ETC ha infatti rotto al rialzo sia la resistenza dinamica (trendline rossa) sia quella statica (livello di prezzo identificato con la linea orizzontale rossa ora marcato come livello di stop loss) dandoci un segnale di entrata mentre gli ETC degli altri comparti (energia, metalli preziosi, metalli industriali ecc.) erano quasi tutti in fase di storno. Solo il Caffè e gli altri ETC del comparto agroindustriale sono decisamente positivi (grano, frumento, soia, cereali ecc.).

 

Stiamo assistendo alla rivincità della produzione dell'era antica su quella moderna? Alla rivincita dei beni beni poveri e tradizionali su quelli con i prezzi alle stelle?

No, quanto accade è solamente l'ennesima rotazione ciclica dei mercati che nessuno può prevedere quando avverrà ma che prima o poi arriva sempre e ci ricorda che è veramente importante diversificare (come dicevo in un precedente articolo), mettendo in portafoglio non solo le borse e gli strumenti tradizionali ma anche strumenti diversi che investano in ambiti un po' meno correlati, in questo caso le materie prime.

Non basta però mettere in portafoglio una materia prima qualunque. Anche all'interno della classe di investimento delle commodities è necessario diversificare per sfruttare ad esempio i recenti movimenti in controtendenza tra loro dell'oro rispetto al petrolio o del cotone rispetto allo zucchero.

Per fortuna l'Analisi Tecnica ci aiuta sempre a scegliere il "cavallo" giusto, consentendoci di delineare le attuali tendenze di ogni strumento finanziario con una meticolosa analisi dei grafici.

 

 

 

Martedì 10 Novembre 2009

Apri il Grafico

Analisi Tecnica del comparto Immobiliare

Nel mio ultimo articolo indicavo l'immobiliare come un comparto che meriterebbe un'ampia trattazione a parte. Ne approfitto oggi in quanto gli spunti per un'analisi dettagliata non mancano di certo anche se i riflettori dei media si sono spenti da tempo su questo ambito.

 

C'è chi afferma che dallo scoppio della bolla immobiliare è scaturita la forte crisi da cui stiamo ancora cercando di uscire, ma lasciando da parte le considerazioni macroeconomiche vediamo cosa dicono i numeri nella loro espressione più evidente ovvero i grafici. Tralasciando l'andamento dei prezzi degli immobili negli ultimi anni (andamento influenzato da tanti fattori) ed analizzando anche il solo indice DJ EUROSTOXX CONSTRUCTIONS, notiamo subito che la bolla c'è stata veramente: più di quattro anni di crescita ininterrotta (+ 290% da marzo 2003 a giugno 2007) seguiti da un crollo quasi verticale (-170% in meno di due anni) sino a raggiungere il minimo relativo di marzo 2009.

 

La burrasca è finita ?

Probabilmente si, marzo 2009 (cerchio giallo) ha segnato un punto di svolta nel trend, ripartendo al rialzo con modalità che si potrebbero definire da "manuale di analisi tecnica" in quanto se tracciamo il ventaglio o Fan di Fibonacci (ventaglio di linee che rappresenta i possibili ritracciamenti angolari rispettivamente del 38%, 50% e 62% rispetto alla linea che congiunge il massimo ed il minimo dell'ultima fase di ribasso), possiamo notare come l'indice sia ripartito esattamente lungo l'asse del ventaglio inverso (quello blu), rimanendo perfettamente all'interno del confine dato dal terzo angolo, quindi muovendosi con una pendenza "sostenibile".

Anche la volatilità storica è decisamente più bassa rispetto al periodo precedente, evidenziando una fase positiva priva di eccessi che potrà proseguire al rialzo pur con eventuali ritracciamenti verso l'angolo inferiore del ventaglio di uscita o dei relativi angoli intermedi (come già accaduto a luglio 2009).

 

 

 

Venerdì 23 Ottobre 2009

Apri il Grafico

Ma E' cosi' necessario diversificare ?

La globalizzazione dell'informazione e della finanza ha portato in auge negli ultimi anni il tema della correlazione tra i mercati e tra le varie classi di strumenti finanziari (titoli, ETF, fondi, obbligazioni, valute, materie prime, derivati ecc.).

La domanda che spesso sento fare, anche nel mondo dell'informazione generalista, pone proprio questo dubbio: ma con la forte correlazione tra i mercati mondiali è così necessario ed utile diversificare il proprio portafoglio ?

Se dovessimo andare a sentimento potremmo rispondere di no. I frequenti effetti "domino" tra le borse ed il contagio che una bolla speculativa produce sugli altri settori è tale che sembra proprio inutile diversificare oltre all'ormai consolidato frazionamento in azionario, obbligazionario e liquidità.

 

Ma noi (chi ha letto i contenuti di questo sito lo sa) non vogliamo andare a sentimento e desideriamo far parlare i numeri, ovvero i grafici che essi producono.

Scopriamo così una realtà ben diversa: negli ultimi 15 anni ci sono state ad esempio diverse fasi di forte assenza di correlazione (zone in giallo) come si può evidenziare dal grafico lineare delle variazioni percentuali assolute rispetto al punto di partenza in cui tutti gli strumenti vengono posti a zero.

Grafico in cui ho scartato appositamente gli indici azionari di diverse aree geografiche in quanto, escluse rare eccezioni, negli ultimi anni si è effettivamente saldata una fortissima correlazione tra le borse mondiali con conseguenti movimenti all'unisono.

Per questo ho incluso nel grafico solo l'indice azionario americano S&P 500 (linea blu) in quanto lo ritengo tuttosommato rappresentativo del comparto azionario.

Viceversa potete trovare il T-Bond come indicatore del comparto obbligazionario, l'Euro contro Dollaro ed alcune materie prime, sicuramente "in voga" come Petrolio, Oro e Rame.

 

Questo scenario con frequenti periodi di scorrelazione deriva dalle materie prime e dai loro frequenti movimenti in controtendenza. Per questo la risposta al dubbio iniziale non può che essere positiva in quanto un portafoglio non può che trarre benefici dalla presenza di strumenti finanziari che investano anche sulle materie prime (possibilmente di vario tipo) aggiungendo una ulteriore diversificazione a quella geografica, tipica del comparto azionario, per non parlare poi dell'aggiunta di altri comparti come quello valutario o quello immobiliare (che meriterebbe un'ampia trattazione a se).

 

 

 

Sabato 10 Ottobre 2009

Consulenza Finanziaria Indipendente

10 - 18 ottobre 2009
La Settimana dell'investitore

Durante la Settimana dell'Investitore i consulenti finanziari indipendenti associati Nafop saranno gratuitamente a disposizione per fornirvi una prima assistenza e per rispondere alle vostre domande.

Come funzionano i prodotti finanziari che ho in portafoglio? Quali rischi corro? Quanto mi costano? Quanto mi costeranno ancora?

Quello che mi ha proposto ieri la banca è davvero un buon affare per me? Mi dà un suo parere su questo prodotto?

Da una prima valutazione, i miei investimenti sono coerenti con i miei obiettivi e la mia situazione finanziaria? Qual è l'utilità di una corretta pianificazione finanziaria?

Chi è il consulente finanziario indipendente? Perchè dovrei farmi assistere da un professionista? È vero che non può entrare in possesso dei miei soldi?


Gli studi e le società di consulenza finanziaria indipendente iscritti all'associazione di categoria Nafop hanno organizzato la "Settimana dell'Investitore" a vantaggio dei risparmiatori italiani.

Tale iniziativa, che ha luogo dal 10 al 18 ottobre 2009, ha lo scopo di sensibilizzare le famiglie italiane sui temi del risparmio consapevole e della pianificazione finanziaria, dando loro la possibilità di usufruire di un contatto gratuito con un Associato Nafop.

Condividendo pienamente la proposta della mia associazione, intendo promuovere in prima persona questa iniziativa, mettendomi a vostra disposizione nell'ambito della "Settimana dell'Investitore" per rispondere alle vostre domande o per fornirvi, nei limiti del possibile (viste le migliaia di contatti settimanali tra newsletter e sito), un check-up gratuito e professionale del vostro portafoglio.

Potete contattarmi a questo indirizzo: pierluigi.lorenzi@momentumborsa.it.

 

 

 

Giovedì 8 Ottobre 2009

Apri il Grafico di marzo 2009

Le tendenze degli ultimi lustri ed i segnali anticipatori della Pista Ciclica

<<Dove va il mondo ? Le tendenze degli ultimi lustri ed i segnali anticipatori della Pista Ciclica.>>

Cosi nel marzo 2009 intitolavo un mio articolo per il sito di informazione www.trend-online.com in cui ipotizzavo (in tempi non sospetti) la fine del trend negativo in corso.

Qual'è la situazione ad oggi ? E' possibile utilizzare la Pista Ciclica per anticipare la fine dell'attuale tendenza al rialzo dei mercati ?

Prima di tutto riporto qui diseguito le considerazioni fatte il 21 marzo 2009 (riferite al grafico che potete aprire dalla miniatura che precede il titolo di questo post):

 

<<Per disporre di un aiuto in più nel capire come sta evolvendo il mercato, proviamo ad allargare per un momento il nostro orizzonte temporale: oltrepassiamo i soliti riferimenti dati dagli ultimi giorni, mesi ed anche anni e proviamo a graficare gli ultimi lustri.
Analizzando l'indice MSCI WORLD balzano subito all'occhio le fasi toro e la fasi orso con i relativi picchi negativi dei listini (87, 94, 02 e 09), distribuiti quasi equamente a distanza di circa sette anni, ma al di là di tutte le considerazioni che potremmo fare sulla cadenza dei picchi, sulle tendenze o sull'ampiezza delle varie fasi, mi volevo invece soffermare sulle relazioni che questi picchi mostrano con l'indicatore Pista Ciclica.
La Pista Ciclica si dimostra effettivamente un indicatore anticipatore in quanto il suo picco negativo (corrispondente al centro dei cerchi sul grafico) anticipa, ed in certi casi di molto, l'effettivo minimo dell'indice sottostante.
Inoltre sembra ripetersi la situazione tecnica dell'agosto 2002, con minimi crescenti per la Pista Ciclica che ha ormai raggiunto la parità, questo significherebbe l'aver già superato il bottom di questa fase orso.>>

 

 

Apri il Grafico di ottobre 2009


 

La seconda immagine rappresenta il grafico odierno (giovedì 8 ottobre 2009) dell'indice S&P500 sempre con una visione molto lunga (gli ultimi 20 anni).

Quali considerazioni possiamo trarne ?

Sicuramente la conferma che la Pista Ciclica ha effettivamente capacità di prevedere nelle sue cuspidi negative l'imminente inversione o l'ormai prossimo forte trend positivo.

Ma possiamo notare anche l'asimmetricità dell'aspetto previsionale, nel senso che non abbiamo una corrispondente capacità di prevedere i punti di svolta al ribasso in quanto non vi sono mai cuspidi positive ben isolate. Al massimo possiamo accendere un campanello di allarme ogni volta che (come in queste ultime settimane) la Pista Ciclica si avvicina a quella sorta di resistenza rappresentata dalla linea gialla, in quanto in prossimità di questa è sempre partita una fase discendente dell'indicatore ed una fase laterale di consolidamento dei prezzi.

Nessuno (e niente) può prevedere i mercati con certezza non dimentichiamolo, ma è innegabile che il ripetersi delle medesime condizioni porti spesso ai medesimi movimenti dei prezzi, quindi pur tenendo diritto il timone nel trend positivo ancora in atto (linea di tendenza blu), non scartiamo l'ipotesi di trovarci ormai nella stessa situazione di metà 2004 quando i mercati, dopo una forte salita, si sono mossi orizzontalmente per diverso tempo (quadrati gialli) per poi decidere cosa fare: ripartire verso nuovi massimi di periodo o iniziare una nuova fase discendente.

 

 

 

Sabato 3 Ottobre 2009

Apri il Grafico di esempio

Qualcosa Sta Cambiando ...

Il recepimento della Direttiva Mifid anche in Italia, ha portato in primo piano il ruolo del consulente finanziario indipendente, figura professionale già normata a livello europeo sin dal 2004 ed operativa in USA ed Inghilterra da oltre 70 anni.

Con la presenza di questa nuova figura professionale l’intero panorama economico finanziario nazionale è sicuramente destinato a rivoluzionare/modificare i propri equilibri informativi e tecnici fino ad oggi a totale appannaggio delle banche e delle compagnie assicuratrici tramite i loro dipendenti, promotori, private banking ed agenti.


Nei prossimi mesi ci sarà infatti una forte crescita della consulenza finanziaria indipendente nel nostro Paese spinta dalla nascita dell’Albo dei Consulenti Finanziari che dovrebbe avvenire entro la fine del 2009.

 

In questi mesi di crisi globale, le banche internazionali e nazionali stanno investendo molto sul concetto di consulenza finanziaria, cercando così di riguadagnare la fiducia dei clienti, e questo non può che andare a vantaggio dei consulenti indipendenti. I grandi operatori stanno infatti aprendo un mercato che vedrà la vera consulenza finanziaria indipendente (quella fee only, ovvero pagata solo a parcella e quindi esercitata in assenza di conflitto d’interesse) uscirne vincitrice.

Quanto è avvenuto in America potrebbe succedere anche in Italia nei prossimi 3/5 anni: negli USA il 25% degli operatori del settore è fee only e detiene oltre l’80% dei clienti high net worth.

 

 

 

Sabato 3 Ottobre 2009

Apri il Grafico di esempio

Momentum X per windows:
perche' pagare i dati per le tue analisi quando puoi scaricarli gratis?

Momentum X per Windows XP/Vista/7: da 10 anni la soluzione ShareWare per l’Analisi Tecnica alla portata di tutti.

Oltre alla possibilità di produrre grafici ed analisi avanzate consente la gestione dei Portafogli di Titoli, Fondi o qualunque altro strumento finanziario trattato. E’ attualmente l'unico software che consente di attivare degli allarmi in tempo reale sulla perforazione delle trendline tracciate dall'utilizzatore (TS automatico sulle entità grafiche) oltre ai tradizionali Stop Loss, Take Profit, Trailing Stop e Trading Systems (TS ottimizzabile con Algoritmo Genetico).


E' stato realizzato su piattaforma .NET con la possibilità di creare diversi Database su cui effettuare gli aggiornamenti e le analisi, dispone infatti di diversi strumenti per il reperimento dei dati gratuiti dei Titoli come lo scaricamento automatico da Internet (Fonte Yahoo Finanza), l'importazione diretta dal formato Metastock o come il Wizard di Import/Export da File Metastock e ASCII di ogni genere.


Momentum X vuole rappresentare quindi uno strumento utilizzabile anche da chi non dispone di notevoli competenze in materia di Analisi Tecnica o di Asset Management.

Consultare tutte le info sul programma dall'apposita sezione Software, o effettuare il Download gratuito della versione completa utilizzabile per un mese:

 

 

 

Sabato 3 Ottobre 2009

Ottobre 2009
E' Online il nuovo Momentum Borsa Site

Completamente rinnovato è ora online il nuovo Momentum Borsa Site. Pur mantenendo la sua vocazione didattica, ora contiene maggiori informazioni di supporto agli investitori riguardo agli investimenti ed alla Consulenza Finanziaria Indipendente mediante la pubblicazione di nuovi articoli, grafici ed analisi.

 

Sono ora consultabili tutte le informazioni relativi ai servizi che Momentum Borsa può offrire agli Investitori Privati, Trader, Promotori Finanziari, Banche e Società Finanziarie nell'ambito formativo, nella personalizzazione di software, nell'analisi e nella consulenza.

Verranno inoltre aggiornati i Segnali Operativi e gli aggiornamenti sul software di Analisi Tecnica Momentum X, contenuti facilmente raggiungibili con la nuova colonna delle News a destra.

Naturalmente la mia personale filosofia di investimento con cui genero i Segnali Operativi non cambia e si può ben riassumere con lo slogan del sito:

 

Un sito per avvicinarsi alla Borsa senza scottarsi, per guadagnare anche senza seguire i rumors, le notizie e i consigli degli esperti, basandosi solo sull'Analisi Tecnica, sulle proprie regole ed una buona pianificazione finanziaria.

 

 

 

 

 

 

National Association Fee Only Planners

Studio iscritto alla NAFOP

Associazione Nazionale dei

Pianificatori Finanziari privi

di conflitto di interesse.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di

Momentum Borsa Site

potrai ricevere gli articoli,

le informazioni sul Software

ed i Segnali Operativi

direttamente nella tua email

 

 

 

 

Scarica gratis la versione completa di Momentum X e provala per un mese:

Download Momentum X

 

 

Acquista la Licenza illimitata di Momentum X a soli 80€ (40€ per l'Upgrade) senza canoni:

Acquista Licenza Momentum X